PRONTO INTERVENTO chiama: 393.82.89.105
Siamo presenti anche nella tua città!

Il trattamento

L'unico sistema davvero efficace e risolutivo, oltre che ecologico, è il sistema criogenico, ovvero l’utilizzo di azoto liquido erogato ad alta pressione, a temperature pari a circa – 120°C. Questo sistema risulta molto più potente dei già collaudati metodi a vapore secco o anidride carbonica.
Scegliere questo sistema significa inoltre:

  • assicurarsi salute e comodità, essendo ecologico*, e rendendo la stanza subito utilizzabile dopo l'intervento;
  • assicurarsi massima efficacia, perché l'azoto liquido elimina completamente esemplari adulti di cimici, nonché le uova depositate in punti nascosti. Questa sostanza, in forma gassosa, riesce infatti a penetrare in tutti gli anfratti ed angoli, punti di aggregazione preferiti da questi insetti.
  • optare per il risparmio, in quanto non occorre cambiare o buttare gli arredi infestati.

Caratteristiche

Comunemente chiamata "zecca", la Ixodida, è un sottordine degli acari, è conosciuta per due più importanti famiglie, la "zecca molle" e la "zecca dura", dalle caratteristiche morfologiche abbastanza simili: entrambe hanno infatti un corpo oblungo e appiattito, dal colore marroncino-bruno e una dimensione che arriva ai 10 mm di lunghezza (per le femmine) con zampe flessibili e si nutrono di sangue sia animale che umano. La prima famiglia vanta una specie che si è diffusa principalmente con il crescente fenomeno del randagismo canino, concentrandosi nelle periferie più degradate, dove si annida con facilità anche tra i rifiuti o nei campi. I nostri animali domestici sono spesso, infatti, la causa principale del diffondersi si questi pareassita nelle nostre abitazioni. Anche i colombi e alcuni volatili possono essere veicoli di questi infestanti.

Come e quando agiscono

In generale le zecche preferiscono attivarsi nelle ore notturne e colpire le loro vittime durante il loro riposo.

Problematiche per l’uomo

Generalmente la puntura della zecca passa abbastanza innosservata, inoculando con la saliva, nel corpo della vittima, anche un leggero anestetico. La zecca può essere portatrice di malattie molto gravi (come il morbo di Lyme), febbre ed encefalite.

Come comportarsi

Se avete individuato questo parassita sul corpo del vostro animale domestico o su voi stessi, vi consigliamo di:

  • non bruciare il parassita o cercare di rimuovelo con le dita e non applicare sostanze;
  • afferrare il parassita tramite una pinzetta, aderendo il più possibile alla cute ed evitando la rottura del suo apparato boccale, evitare anche di schiacciare il corpo della zecca (in farmacia potete trovare apposite pinze o siringhe) e non torcere il rostro della zecca- se dovesse rompersi, noterete un puntino nero al centro della puntura che andrà estratto con un ago sterile, oppure contattando un medico);
  • una volta estratta, uccidere la zecca bruciandola;
  • disinfettare la curte senza usare coloranti;
  • controllare per almeno un mese e oltre se si notano eritemi con alone a forma di bersaglio o se si accusano dolori, cefalee o malesseri vari per cui non devono essere assunti farmaci casuali, ma è assolutamente necessario rivolgersi subito al medico;
  • il formarsi di una crosticina pruriginosa indica il normale decorso della puntura.

 

*In aggiunta si potrebbero utilizzare prodotti ad azione residuale ecologici o comunque a basso impatto ambientale ed in linea con la normativa Biocidi.